Yoga per principianti: qualche consiglio per chi è alle prime armi

Avete iniziato da poco la pratica dello yoga? Già dopo poche lezioni, la maggior parte delle persone inizia a sentire i primi effetti positivi, un aumento della calma e della pace interiore, e una maggior flessibilità del corpo. Ma forse con questi piccoli consigli da esperti riuscirete a trarre ancora maggior vantaggio dalla vostra pratica Yoga: provate!

1. Allenatevi costantemente, perchè – anche se vi sembrerà strano – è meno ovvio di quanto sembri. Una percentuale significativa di allievi frequenta soltanto una lezione, o due, e si meraviglia di non avere alcun tipo di risultato dalla propria pratica Yoga. Occorre costanza: per avere dei benefici reali e palpabili, avete bisogno di frequentare almeno una lezione a settimane, per un periodo non inferiore ai tre mesi. Pazienza e costanza!

2. Non forzatevi eccessivamente, anche se ve ne dovesse venire la tentazione. Soprattutto alle prime lezioni, sono molti gli allievi che faticano ad assumere una determinata posizione, e ancor di più a mantenerla per più di qualche istante. Questo problema si verifica ancora più facilmente nel caso in cui non abbiate fatto esercizio per un po’ di tempo, e siate quindi rigidi e anchilosati. Arrabbiarvi con voi stessi e innervosirvi non ha alcun senso: abbiate pazienza, ascoltate cosa vi dice il vostro corpo, e arrivate progressivamente alla forma corretta. Forzarvi non ha senso, e farà più male che bene.

3. Seguite il cuore: se non sapete quale scegliere, fra i numerosissimi stili e le tante interpretazioni dello yoga, non potete fare nulla di meglio che provarne diversi! Provate diversi istruttori, con metodi differenti: non stiamo parlando di algebra. Lo yoga ha a che vedere con il trovare l’armonia interiore ed esteriore, e se trovate stress e disagio nell’ambiente o nelle persone con cui lo praticate, qualcosa non funziona. Provate a parlarne serenamente con il vostro istruttore, e farvi dare un consiglio.

4. Comprate un tappetino da yoga tutto vostro: vi stupirà, ma molti praticanti di yoga costruiscono un rapporto speciale con il rituale di srotolare il proprio tappetino, disporlo a terra, e iniziare a praticare le posizioni, e ne traggono grande giovamento nella propria pratica yoga.

5. Mettete in agenda, ogni giorno, un po’ di pratica: raggiungerete i veri risultati dello yoga quando non sarà più qualcosa che fate occasionalmente, o regolarmente, ma un aspetto quotidiano, costante, della vostra vita. Un po’ di respirazione yoga appena svegli, ancora a letto, seguita da un Saluto al Sole non appena vi alzate; un paio di minuti ogni paio d’ore alla scrivania per eseguire una serie di stiramenti da seduti; qualche minuto di meditazione quando arrivate a casa… le occasioni ogni giorno sono numerose, e riconoscerle è un segnale che possedete davvero la capacità di giovarvi al massimo della vostra pratica Yoga.