Il mitico Pablo e il tema del narcotraffico

Nel mondo cinematografico e in quello che appartiene alle case produttrici di serie tv, il tema della dipendenza, dell'illegalità e soprattutto del traffico di droga, si fa sempre più forte di fronte ad un pubblico vorace di contenuti poco edificanti. Pablo Escobar è, senza ombra di dubbio, l'icona di una rete di intrighi legata alla spaccio in Colombia,  nonché personaggio che ha interessato la vita politica del popolo colombiano. Ma come mai il tema della droga affascina così tanto gli spettatori di questo tempo? Le produzioni che sfruttano i grandi personaggi della storia criminale, sono pienamente consapevoli della loro scelta e del fatto che, i fruitori di oggi, amano sempre più identificarsi con dei protagonisti negativi, che sanno ben organizzare una rete di movimenti alla cui base vige l'astuzia e l'intelligenza a discapito dei rappresentanti della località. La possibilità, anche solo audiovisiva, si poter andar contro quelle convenzioni imposte dalla società, conduce ad un tipo di identificazione non indifferente e ad un notevole aumento di ascolti.

Il personaggio Pablo

Sicuramente, un coinvolgimento su larga scala, non sarebbe possibile senza la presenza di un personaggio storico molto forte, come per esempio quello di Pablo Escobar. Quest'ultimo si configura come una psicologia controversa, la quale cerca di colmare delle problematiche con la riflessione della propria aggressività, su un progetto elaborato come quello del narcotraffico. Cosa facesse però questo personaggio, prima di diventare il re della cocaina, pochi lo sanno veramente. Gli esordi della sua carriera criminale videro un Pablo adolescente, che si dedicava al furto di lapidi, poi a quello delle automobili, fino ad arrivare al contrabbando di elettrodomestici. Il grande salto nel mondo del narcotraffico è stato solo lo step conclusivo e vittorioso della sua carriera. Un'altra nota biografica interessante riguarda il suo finanziamento in elastici. Vi starete chiedendo perché un uomo con così tanti pensieri, dovesse premurarsi di spendere 2500 dollari in elastici. Ebbene, gli elastici che egli acquistava erano beni necessari, per riuscir ad avvolgere le mazzette di contanti che tutti vorremmo a casa.

Dove incontrarlo

Il re della cocaina è scomparso nel 1993, quando una squadra colombiana, fornita di strumenti elettronici e servendosi della tecnologia della triangolazione radio fornita dagli USA, riuscì a localizzarlo in un quartiere ricco di Medellin. Il seguito fu devastante: fuochi aperti contro poliziotti e contro Pablo e i suoi scaggnozzi. Purtroppo per Pablo, che tentò di fuggire, non ci fu speranza: egli morì con un colpo da arma da fuoco mortale, che gli costò la vita ma non l'onore. Sebbene non sia più tra i vivi, Pablo vive in opere letterarie e serie tv rinomate, clicca qui se sei curioso di conoscere Narcos e la strabiliante avventura di un personaggio che ha affascinato numerosi spettatori.